martedì 6 dicembre 2011

La Luna e la terra


Perchè parlare della Luna nel primo post?
Per prenderla alla lontana direte voi, io dico perchè è femmina, non potevo iniziare diversamente...
Scherzi a parte, la Luna da sempre interferisce con le ciclicità del nostro pianeta, non potrebbe essere altrimenti, vista la tondeggiante massa (grande 1/4 del raggio Terrestre) che incombe su di noi. Difficile pensare un cielo senza il nostro meraviglioso satellite? E allora non stupiamoci se i contadini lo prendevano bene in considerazione quando si trattava di seminare, potare o vendemmiare, e se altrettanto lo si può collegare ad altri ritmi, come la fertilità femminile o la crescita dei capelli. Le maree dopotutto ci dimostrano quale sia la sua capacità di impatto gravitazionale.
Sull'argomento luna vi segnalo il libro “Servirsi della luna” di Johanna Paungger – Thomas Poppe.
Parliamo allora di come aiutarci a comprendere con pochi passi la sua forma e quello che è meglio fare.
I periodi di rotazione lunare sono detti fasi e si distinguono secondo l'antico detto:
Gobba a ponente (ovest) = luna crescente (dalla luna nuova alla luna piena) Gobba a levante (est) = luna calante (dalla luna piena alla luna nuova) Per comodità, visto che non tutti girano con la bussola, io ho imparato un altro metodo:
Quando in cielo disegna una C è Decrescente
Quando in cielo disegna una D è Crescente
(per ricordarlo pensate che la Luna è femmina, per cui disegna il contrario di ciò che pensa...)
Una volta che abbiamo imparato a determinare che Luna c'è nel cielo, possiamo ragionare su cosa fare in ogni periodo del mese, considerando che per ritornare nella medesima fase lunare passeranno 29,5 giorni di calendario.

In generale si può dire che: La luna crescente favorisce lo sviluppo vegetale delle piante e la linfa sale verso l'alto, le sommità della pianta. Sono quindi favorite tutte le crescite di fogliame e fiori, si suggeriscono le semine, gli innesti e il taglio degli ortaggi a foglia. La luna calante ha l’effetto opposto: favorisce lo sviluppo radicale perchè i succhi si ritirano verso la radice. E' tempo di trapianti, rinvasi, potature di piante da frutto, interramento di bulbi, fertilizzazione del terreno.

Ancora più in breve:
  • Quello che va a fiore (tutto quello per cui vogliamo uno sviluppo erbaceo molto veloce): Luna crescente. Le prime semine si fanno ad esempio alla prima luna crescente di Primavera, la più importante dell'anno.
  • Quello che non deve andare a fiore (tutto quello che deve produrre frutti e non fogliame) : Luna calante.

Ci sarebbero molte altre cose da dire e di sicuro ne parlerò ancora, aggiungo soltanto una nota a margine, non ci sono prove scientifiche della reale influenza della luna sull'agricoltura, io riporto soltanto l'esperienza che mi è stata tramandata dai miei nonni.

Nessun commento:

Posta un commento