giovedì 19 aprile 2012

Gambrinus


Sono tornata.. dopo più di un mese di assenza dal blog! Sono state settimane intense, di cambiamenti, emozioni, addii, arrivederci. Un pezzetto - neanche tanto "etto" - di vita che si è conclusa, una città che rimarrà sempre nel mio cuore come la città che mi ha cullato nei miei anni più belli e spensierati.
Amici e colleghi che sono certa non perderò di vista, ma che non ho mancato di salutare con lacrimoni e singhiozzi. Sono la solita!
La vita è così, fatta di partenze e arrivi, di cose che avvengono quando meno te le aspetti, per sconvolgere quell'equilibrio che giorno dopo giorno ti sei creata. E via di nuovo a ricostruire il puzzle, a ricominciare con pazienza a mettere insieme i pezzi, a rimettersi in discussione.
Il cambiamento fa paura, ma poi porta con sè tante belle novità ed emozioni.. sono qui ad attenderle!


In questi giorni in cui mille pensieri affollano la mia mente, mi è capitato spesso di pensare a ciò che rimane sempre, mentre tutto il resto cambia. E a cavallo di passato, presente e futuro c'è sempre lui, mio fratello!! E che ci posso fare, è una realtà!
Tempo fa ha regalato a me e mio marito una bottiglia di Gambrinus, un liquore fatto con le sue manine, che ha sapientemente riposto - in occasione del viaggio verso la Polentonia - in una bottiglia di plastica avvolta in mille strati di stagnola, pellicola, carta.. sarebbe arrivata intatta anche in America!
Sulla bottiglia un foglietto di carta con su scritta la data, l'autore e un invito a bere con parsimonia.
Di parsimonia in realtà ce n'è stata poca, perchè i nostri ospiti hanno subito apprezzato la leccornia e ormai è abitudine a fine pasto chiederci, "c'è il gambrinus?".

Vi ho incuriositi abbastanza? Il Gambrinus è velocissimo da preparare, e sono certa che i vostri ospiti chiederanno il bis!

Tempo di preparazione: 20 minuti

1 lt di vino rosso corposo fermo (es. negramaro, primitivo di manduria)
400 ml alcool
400 gr zucchero

Far riscaldare per pochi minuti il vino sul fuoco, fin quando non risulti tiepido. Toglierlo dal fuoco e aggiungere lo zucchero, mescolare finchè non si sarà sciolto. Una volta che si è raffreddato completamente, aggiungere gli estratti e l'alcool, quindi imbottigliare. Conservare in freezer.
Bisognerebbe aspettare 30 giorni prima di berlo, questo vale per tutti i liquori fatti in casa, ma vi assicuro che darà grandi soddisfazioni anche un paio di giorni dopo la preparazione!

4 commenti:

  1. Adoro i liquori fatti in casa! Hai fatto bene ad aprire questa sezione, aggiungerò qualche ricettina!!! ;)

    RispondiElimina
  2. E basta farmi commuovere. Bellissimo post, scritto col cuore. Baci...sorellina

    RispondiElimina
  3. I love Gambrinus!!! I love my Love!!!

    RispondiElimina