giovedì 9 febbraio 2012

Agriturismo Cascina Casareggio - Fortunago (PV)



Inauguro una nuova sezione del blog: quella dedicata alle recensioni.
E lo faccio parlando di un agriturismo e ristorante che conosco molto bene... da più di due anni: è quello dove mi sono sposata!
L'agriturismo si chiama Cascina Casareggio e si trova nella provincia di Pavia,  a pochi chilometri dal borgo medievale di Fortunago, per la precisione.


Per arrivare si attraversa in macchina la loro tenuta, situata in una valle silenziosa e isolata, e non è raro fermarsi per far attraversare caprette e gli altri animali del loro pascolo. Giunti al parcheggio, ci si ritrova in cima alla collina, e  la vista si apre sulla vallata sottostante, sui vigneti e sui caratteristici edifici che compongono la struttura. 
La struttura è un piacevole mix di modernità e tradizione, i vecchi locali sono stati rimodernati, lasciando pietra e mattoni a dominare gli esterni e aria condizionata e sala congressi all'interno.
Ma quello che colpisce di più è l'eleganza del posto, sia negli allestimenti esterni nella cornice di un curatissimo prato inglese (questo è un tappeto erboso!), sia nelle sale interne, raffinate e accoglienti.
E' un agriturismo a gestione familiare sì, ma l'attenzione per il servizio e la sala, non ha nulla da invidiare a grandi ristoranti. Vi accoglierà infatti Sara, maitre del ristorante che, con assoluta professionalità e grandissima dedizione, avrà riguardo di ogni vostra necessità.
Una volta accomodatisi a tavola poi, scopriamo la grande sorpresa di Cascina Casareggio, che sta nelle sapienti mani femminili dello Chef: una cucina eccezionale, con menù di stagione e prodotti locali, cucinati e presentati sempre con grande cura. Cucina che non perde mai la sua bontà, neppure nelle grandi occasioni, e questa è la ragione per cui ogni anno, da quando sono stata qui la prima volta, ritorno a mangiarci senza temere mai delusioni!
Per citare alcuni must: i risotti, gli gnocchi mela e cannella (incredibili!!!) e la scortichina di manzo al rosmarino (una tagliata tenerissima). Genuina la cantina, con vini dell'oltrepò e della loro tenuta, ma ottime anche le loro conserve, acquistabili presso il negozio interno, nella foto qui  a fianco io le ho utilizzate come bomboniere.
I prezzi sono assolutamente ragionevoli (30,00€ per un menu completo) e concorderete con me che sono stati soldi ben spesi!
La struttura è dotata anche di camere, appartamenti e una piscina, quindi è una buona location per qualche weekend di mezza stagione nell'Oltrepò pavese.

Resto in attesa dei vostri commenti, una volta che, seguito il mio consiglio, sarete andati  a provare di persona!!!

6 commenti:

  1. io mi ricorderò per tutta la vita. la turta di mele appena sfornata che mi hanno servito a colazione.... ancora oggi mi commuovo al pensiero....

    RispondiElimina
  2. E io inguaribile romantica che pensavo te ne ricordassi perchè... perchè ti ci sei sposato???????!!!!!!

    RispondiElimina
  3. si be anche per quello..... ovvio.... ma la torta, i gnocchi alle mele e cannella..... e la mia bellissima Moglie ...... tutto insieme hanno reso la giornata indimenticabile....
    per non parlare della camicia.....

    RispondiElimina
  4. Che ricordi!!!! Io commossa!! E tra le lacrime approvo il post! Ottimo personale, ottimo servizio, ottima qualità-prezzo!

    RispondiElimina
  5. quanti bei ricordi, grazie !

    RispondiElimina
  6. Siiii, quanti bei ricordi!!!! :D
    E come dice il mio insensibile marito quanta robba buona da magnare!!!! :P

    RispondiElimina